euro calcio eurocalcio news
euro calcio
I miti del passato: I calciatori che hanno fatto la storia.
I campioni di oggi: I calciatori che faranno la storia.
Specials
Link sui migliori siti web del calcio.
La storia dei mondiali di calcio.
Forum: Per discutere su qualsiasi argomento in modo asincrono.
Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter gratuita di Eurocalcio News. 

Consiglialo ai tuoi amici
articoli di calcio
Gigi Riva  Gigi Riva
Rombo di tuono
Gianni Rivera  Gianni Rivera
Golden Boy
Bora Milutinovic  Bora Milutinovic
L'allenatore giramondo
Ronaldo  Ronaldo
Il fenomeno venuto dal Brasile
Italia-Germania 4-3  Italia-Germania 4-3
La partita del secolo
Gerd Muller  Gerd Muller
Bomber di razza
Johan Neeskens  Johan Neeskens
Giocatore universale
Emilio Butragueno  Emilio Butragueno
El Buitre
Mark Viduka  Mark Viduka
Gigante australiano
Kily Gonzales  Kily Gonzales
Gioiello del Valencia
Rivaldo  Rivaldo
Campione predestinato
Johan Cruyff  Johan Cruyff
Talento fuori del comune
Il grande Torino  Il grande Torino
Superga, tragedia ancora viva
Bobby Charlton  Bobby Charlton
Dribbling, gol e fair play
Just Fontaine  Just Fontaine
Il Signor 13 reti
Gabriel Batistuta  Gabriel Batistuta
Il re Leone
Eric Cantona  Eric Cantona
The King
Chilavert  Chilavert
Il portiere goleador
George Best  George Best
Talento irlandese
Qualificazioni mondiali  Qualificazioni mondiali
Korea-Giappone 2002
L'inossidabile Trap  L'inossidabile Trap
L'allenatore più amato d'Italia
la favola del Calais  la favola del Calais
la classe operaia va in paradiso
Garrincha  Garrincha
Il genio del Brasile
L'origine delle Coppe  L'origine delle Coppe
Breve storia delle coppe europee
<b> Marco Van Basten </b>  Marco Van Basten
La classe e la perfezione
20 Campioni per un secolo  20 Campioni per un secolo
I migliori calciatori del 900
Il grandeReal Madrid  Il grandeReal Madrid
Nel mito del calcio
Pallone d'oro  Pallone d'oro
Il sogno dei campioni
Alex Del Piero  Alex Del Piero
Fenomeno Vero
La tattica nel calcio del 900  La tattica nel calcio del 900
L'evoluzione del modulo di gioco
Diego Armando Maradona  Diego Armando Maradona
genio e sregolatezza

[segue]...

euro calcio

Mark Viduka Mark Viduka
Gigante australiano
La stagione 2000/01 è stata per Mark Viduka la stagione della definitiva consacrazione: non c'è grande club europeo che non abbia fatto un pensierino (o molto di più) su questo cannoniere australiano.
Gli esordi di Viduka sono con i Melbourne Croatia (oggi si chiamano Melbourne Knights), con i quali esordisce in prima squadra a soli sedici anni.
Con questa squadra ottiene i primi trionfi: in due anni Mark vinse tutto quello che c'era da vincere nella terra dei canguri. A questo punto doveva allargare i propri orizzonti, l'Australia non gli bastava più, voleva affermarsi nel calcio che conta: quello europeo.
Sceglie perciò di trasferirsi nel Croatia Zagabria, ma la sua avventura col club croato non è delle più fortunate: imperversa la guerra nella ex-Jugoslavia e, anche se ricca di trofei (3 scudetti e 1 coppa di lega), questa avventura è dolorosa per il giovane Viduka, che vive gli orrori della guerra nella sua terra d'origine (il padre, Joe, è nativo del paese di Pridraga, in Croazia).
L'avventura balcanica di Viduka non finisce nel migliore dei modi: il Presidente croato Tudjman non ha più il potere, è avversato dalla folla e, essendo stato Viduka un "suo" acquisto, anche il giocatore subisce lo scherno del pubblico.
E' uno dei momenti più difficili nella carriera di Viduka, che l'anno seguente (1998) passa agli scozzesi del Celtic.
Ma l'esperienza croata lo aveva lasciato segnato: dopo pochi giorni di ritiro lascia la squadra e torna in Australia, ha bisogno di staccare, di ritrovare le motivazioni e la voglia di affrontare una nuova avventura.
La stampa gli da addosso, denigrandolo e dipingendolo come uno psicopatico, ma Viduka non è uomo che si lascia abbattere dalle difficoltà e, tornato dall'altro emisfero, irrompe nel campionato scozzese segnando valanghe di gol.
L'anno seguente (stagione 99/00) Mark è capocannoniere della Scottish Premier League con 25 reti e una media di tiri in porta mostruosa.
Ma il rapporto con la stampa e con il suo allenatore (John Barnes) sono sempre molto difficili, così dopo un gesto clamoroso in Coppa di Scozia (dopo 45' Mark lascia la squadra con l'intenzione di smettere per gli attriti con l'allenatore), si capisce che il suo tempo in scozia sta per terminare.
Nel 2000 Viduka è pronto a cambiare aria: destinazione Leeds.
Con il Leeds, finalmente, ha raggiunto il palcoscenico che si merita: forte fisicamente, grintoso, dotato di un ottimo tiro..... insomma un centravanti di quelli vecchio stampo, capace di difendere palla per consentire alla squadra di salire o di rifiatare nei momenti di pressione avversaria.
Lo abbiamo visto all'opera anche contro la Lazio (Champions League 00/01) dove ha messo in crisi anche un campione del calibro di Nesta, il che è tutto un dire!
E' anche grazie a Viduka se il Leeds è stato protagonista in Europa (semifinali di Champions League) ed in Premier League e, c'è da giurarci, il gigante australiano non è ancora sazio: vuole aggiungere ancora trofei alla sua collezione e, forse, la prossima stagione sarà quella buona....


Sono presenti 1 commenti a questo articolo.
lascia un commento su Mark Viduka Gigante australianoLascia un commento
Mostra i commenti lasciati da altri utenti su Mark Viduka Gigante australianoMostra i commenti
Stampa articolo Mark Viduka Gigante australianoStampa questo articolo