euro calcio eurocalcio news
euro calcio
I miti del passato: I calciatori che hanno fatto la storia.
I campioni di oggi: I calciatori che faranno la storia.
Specials
Link sui migliori siti web del calcio.
La storia dei mondiali di calcio.
Forum: Per discutere su qualsiasi argomento in modo asincrono.
Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter gratuita di Eurocalcio News. 

Consiglialo ai tuoi amici
articoli di calcio
Gigi Riva  Gigi Riva
Rombo di tuono
Gianni Rivera  Gianni Rivera
Golden Boy
Bora Milutinovic  Bora Milutinovic
L'allenatore giramondo
Ronaldo  Ronaldo
Il fenomeno venuto dal Brasile
Italia-Germania 4-3  Italia-Germania 4-3
La partita del secolo
Gerd Muller  Gerd Muller
Bomber di razza
Johan Neeskens  Johan Neeskens
Giocatore universale
Emilio Butragueno  Emilio Butragueno
El Buitre
Mark Viduka  Mark Viduka
Gigante australiano
Kily Gonzales  Kily Gonzales
Gioiello del Valencia
Rivaldo  Rivaldo
Campione predestinato
Johan Cruyff  Johan Cruyff
Talento fuori del comune
Il grande Torino  Il grande Torino
Superga, tragedia ancora viva
Bobby Charlton  Bobby Charlton
Dribbling, gol e fair play
Just Fontaine  Just Fontaine
Il Signor 13 reti
Gabriel Batistuta  Gabriel Batistuta
Il re Leone
Eric Cantona  Eric Cantona
The King
Chilavert  Chilavert
Il portiere goleador
George Best  George Best
Talento irlandese
Qualificazioni mondiali  Qualificazioni mondiali
Korea-Giappone 2002
L'inossidabile Trap  L'inossidabile Trap
L'allenatore più amato d'Italia
la favola del Calais  la favola del Calais
la classe operaia va in paradiso
Garrincha  Garrincha
Il genio del Brasile
L'origine delle Coppe  L'origine delle Coppe
Breve storia delle coppe europee
<b> Marco Van Basten </b>  Marco Van Basten
La classe e la perfezione
20 Campioni per un secolo  20 Campioni per un secolo
I migliori calciatori del 900
Il grandeReal Madrid  Il grandeReal Madrid
Nel mito del calcio
Pallone d'oro  Pallone d'oro
Il sogno dei campioni
Alex Del Piero  Alex Del Piero
Fenomeno Vero
La tattica nel calcio del 900  La tattica nel calcio del 900
L'evoluzione del modulo di gioco
Diego Armando Maradona  Diego Armando Maradona
genio e sregolatezza

[segue]...

euro calcio

Johan Cruyff Johan Cruyff
Talento fuori del comune
Il campione olandese è stato un pioniere della nuova era del "calcio totale". Inoltre, Cruyff vanta anche una serie di virtù e risultati a dir poco strabilianti.
Johan Cruyff si è autodefinito un giocatore "professionale e idealista". Il suo motto: "il calcio deve essere giocato nel modo più bello e piacevole possibile".
Nato nel 1947, il giovane Cruyff venne iscritto nei giovani dell'Ajax da sua madre. La sua naturale abilità fu subito evidente e Cruyff firmò il suo primo contratto all'età di sedici anni, debuttando in prima squadra con un bel gol nel 1965. Nella stagione 1966/67 collezionò ben 33 reti in 34 incontri. Nello stesso anno debuttò anche in nazionale, andando in rete all'ultimo minuto.
La caratteristica di essere considerato un fumatore accanito e uno sbandato faceva di Cruyff un uomo fuori dal comune, che difficilmente si conformava allo stereotipo di un giocatore comune. La sua singolarità si manifestava ancor più nel rettangolo di gioco dove per la sua classe e il nuovo modo di interpretare il calcio faceva di lui un extraterrestre. Cruyff venne nominato Calciatore Europeo dell'Anno nel 1971, nel 1973 e nel 1974.
Nell'Ajax, Cruyff venne formato con estrema cura da Rinus Michels, che lo schierò con il ruolo di centrocampista con propensione all'attacco in un fluido schema 4-2-4. I risultati furono a dir poco spettacolari: tre titoli olandesi consecutivi a partire dal 1966 ed una partecipazione alla finale della Coppa Europea nel 1969.
A partire dal 1971, con Cruyff nel ruolo di regista creativo, l'Ajax vinse tre Coppe Europee consecutive, grazie ad uno stile di gioco sempre più arrogante. Passò poi al Barcellona per una quotazione da record di £ 922.000 ed assicurò alla sua nuova squadra la vittoria del campionato spagnolo nel 1974.
A livello internazionale, nonostante le crescenti risorse di giocatori ed il genio di Cruyff, l'Olanda non era però riuscita ad arricchire la sua serie di successi internazionali fino alla qualificazione alle finali dei Mondali 1974. In tale occasione infatti, la forma eccezionale ed ispiratrice di Cruyff contribuì a spazzare via gli avversari e l'Olanda incantò il mondo. La squadra arrivò in finale, ma si trovò davanti una Germania che ben presto frustrò le ambizioni degli olandesi. Cruyff venne fermamente marcato da Berti Vogts, venne isolato dal gioco e ammonito a metà gioco per proteste.
Quattro anni più tardi il giocatore annunciò il suo ritiro dal calcio Europeo ed internazionale. Com'era tipico del suo carattere imprevedibile, Cruyff rispuntò negli Stati Uniti prima di tornare all'Ajax attraverso il Levante in Spagna. Prima dell'inizio della stagione 1983/84 Cruyff passò alla squadra rivale dell'Ajax, il Feyenoord e, all'età di 37 anni, fu protagonista del miglior calcio della sua carriera e fu determinante per la vittoria del primo campionato del Feyenoord in 10 anni. Smise di giocare poco tempo dopo e diventò allenatore, raggiungendo invidiabili successi durante i suoi nove anni trascorsi nel Barcellona, con il quale vinse quattro campionati spagnoli e la prima Coppa Europea nella storia del calcio iberico.


Sono presenti 22 commenti a questo articolo.
lascia un commento su Johan Cruyff Talento fuori del comuneLascia un commento
Mostra i commenti lasciati da altri utenti su Johan Cruyff Talento fuori del comuneMostra i commenti
Stampa articolo Johan Cruyff Talento fuori del comuneStampa questo articolo