euro calcio eurocalcio news
euro calcio
I miti del passato: I calciatori che hanno fatto la storia.
I campioni di oggi: I calciatori che faranno la storia.
Specials
Link sui migliori siti web del calcio.
La storia dei mondiali di calcio.
Forum: Per discutere su qualsiasi argomento in modo asincrono.
Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter gratuita di Eurocalcio News. 

Consiglialo ai tuoi amici
articoli di calcio
Gigi Riva  Gigi Riva
Rombo di tuono
Gianni Rivera  Gianni Rivera
Golden Boy
Bora Milutinovic  Bora Milutinovic
L'allenatore giramondo
Ronaldo  Ronaldo
Il fenomeno venuto dal Brasile
Italia-Germania 4-3  Italia-Germania 4-3
La partita del secolo
Gerd Muller  Gerd Muller
Bomber di razza
Johan Neeskens  Johan Neeskens
Giocatore universale
Emilio Butragueno  Emilio Butragueno
El Buitre
Mark Viduka  Mark Viduka
Gigante australiano
Kily Gonzales  Kily Gonzales
Gioiello del Valencia
Rivaldo  Rivaldo
Campione predestinato
Johan Cruyff  Johan Cruyff
Talento fuori del comune
Il grande Torino  Il grande Torino
Superga, tragedia ancora viva
Bobby Charlton  Bobby Charlton
Dribbling, gol e fair play
Just Fontaine  Just Fontaine
Il Signor 13 reti
Gabriel Batistuta  Gabriel Batistuta
Il re Leone
Eric Cantona  Eric Cantona
The King
Chilavert  Chilavert
Il portiere goleador
George Best  George Best
Talento irlandese
Qualificazioni mondiali  Qualificazioni mondiali
Korea-Giappone 2002
L'inossidabile Trap  L'inossidabile Trap
L'allenatore più amato d'Italia
la favola del Calais  la favola del Calais
la classe operaia va in paradiso
Garrincha  Garrincha
Il genio del Brasile
L'origine delle Coppe  L'origine delle Coppe
Breve storia delle coppe europee
<b> Marco Van Basten </b>  Marco Van Basten
La classe e la perfezione
20 Campioni per un secolo  20 Campioni per un secolo
I migliori calciatori del 900
Il grandeReal Madrid  Il grandeReal Madrid
Nel mito del calcio
Pallone d'oro  Pallone d'oro
Il sogno dei campioni
Alex Del Piero  Alex Del Piero
Fenomeno Vero
La tattica nel calcio del 900  La tattica nel calcio del 900
L'evoluzione del modulo di gioco
Diego Armando Maradona  Diego Armando Maradona
genio e sregolatezza

[segue]...

euro calcio

Diego Armando Maradona Diego Armando Maradona
genio e sregolatezza
Maradona nasce il 30 ottobre 1960 nel quartiere povero di Villa Florito, nella periferia di Buenos Aires, dove trascorre i giorni di bambino giocando per strada e dimostrando già sprazzi di talento definito unanimamente divino.
La sua carriera inizia nell'argentinos Junior, per poi proseguire, sempre in Argentina, nelle fila del Boca Juniors (squadra della quale Maradona è sempre rimasto accesissimo tifoso).
Esordisce a livello internazionale con la nazionale giovanile argentina (con cui vincerà il titolo mondiale nel 1979) e da li a poco verrà inserito nella nazionale maggiore.
Dopo il mondiale del 1982 in Spagna, viene ingaggiato dal Barcellona e approda finalmente sul palcoscenico del calcio europeo.
In spagna Diego gioca per due stagioni, collezionando prestazioni memorabili e un terribile infortunio (Goicoechea, difensore dell'Athletic Bilbao, gli frattura la caviglia sinistra e gli rompe i legamenti con un'entrata assassina).
Nel 1984 l'evento che segna la svolta nella vita calcistica di Maradona: il 30/06/1984 firma un contratto con il Napoli.
La città partenopea adotta subito Dieguito a suo idolo e il calore dei tifosi viene ricambiato dall'amore che sempre Maradona manifesterà nei confronti di quella che diventerà la sua "seconda patria".
Con il Napoli Diego raggiunge i traguardi più prestigiosi: 2 scudetti, 1 coppa italia, 1 coppa UEFA e una supercoppa italiana.
E' il periodo più felice di Maradona: ai successi sul campo si affiancano una condizione fisica e tecnica all'apice e una fama inarrivabile nel mondo, in questo periodo Diego E' il calcio.
Nel frattempo trascina la nazionale Argentina alla vittoria nei mondiali del 1986 in Messico: Maradona disputa un torneo strepitoso segnando nella stessa partita due goals(che sarebbero rimasti nella storia) contro l'Inghilterra, uno di mano (la cosiddetta "mano di Dio") e il secondo dribblando avversari come birilli e incantando tutti gli appassionati del mondo.
Negli anni novanta arriva il declino della sua stella: nel 91 viene trovato positivo ad un controllo antidoping in campionato e di conseguenza squalificato per 15 mesi.
Scontata la squalifica Diego rifiuta di tornare al Napoli: l'idillio con la città è rimasto sempre lo stesso, ma i rapporti con la società sono franati.
Chiede perciò di essere ceduto e nel 1992 torna nella Liga spagnola con la maglia del Siviglia.
L'anno seguente (1993) sembra veder rinascere Diego: ritorna in nazionale e aiuta l'Argentina a superare l'Australia nello spareggio per la qualificazione ai mondiali americani del 94.
Ma ormai la sua carriera ha imboccato il viale del tramonto e tutti gli sportivi soffrono per come questo grande campione riesca a farsi del male: è il giugno del 1994, Stati Uniti d'America, campionato mondiale, Diego risulta positivo al test antidoping ed è cacciato dalla manifestazione.....
Tornerà ancora sui campi da gioco (nel 95 col Boca), ma si tratterà solo dell'ombra del campione che fu.
Una cosa risalta nitidamente agli occhi di tutti gli sportivi: tanto era grande in campo Diego, quanto era debole nella vita.
Le cronache recenti parlano di un uomo imbolzito, grasso, che fatica a rimettere nei giusti binari una vita rovinata dalla droga, ma chiunque abbia visto un suo goal, una punizione, un dribbling.... o un semplice sorriso che regalava senza protervia, non può dimenticare il "Pibe de Oro", forse il più grande fantasista del mondo, di certo l'ultimo grande giocatore tutto "talento e fantasia" in un calcio già divenuto troppo tattico e fisico..

UN BREVE RIASSUNTO DELLA VITA DI MARADONA
30/10/1960: Diego Armando Maradona nasce a Lanús, nella periferia di Buenos Aires. E' il quinto degli otto figli di Diego Maradona e Dalma Salvadora Franco.
5/12/1970: Inizia a giocare nelle Cebollitas, la squadra giovanile dell'Argentinos Juniors.
20/10/1976: Gioca la prima partita nella Serie A argentina con la maglia dell' Argentinos Juniors contro il Talleres de Córdoba, dieci giorni prima del suo sedicesimo compleanno, entrando all'inizio del secondo tempo con la maglietta numero 16 al posto di Giacobetti.
14/11/1976: Segna il suo primo gol, contro Lucangioli, portiere del San Lorenzo di Mar del Plata.
27/02/1977: Debutta con la maglia della nazionale argentina contro l'Ungheria.
Maggio 1978: L'allenatore della nazionale Cesar Menotti non lo convoca per il mondiale del 1978 ritenendolo troppo giovane.
2/6/1979: Segna il suo primo gol in nazionale, a Glasgow contro la Scozia.
7/9/79: Guida l'Argentina alla vittoria della Coppa del Mondo giovanile in Giappone segnando anche un gol su calcio di punizione nella finale vinta 3-1 contro l'Unione Sovietica.
19/2/1981: Si trasferisce al Boca Juniors.
22/2/1981: Debutta nel Boca vincendo 4-1 contro il Talleres de Córdoba e segnando due reti.
16/8/1981: Vince il campionato con il Boca Juniors.

4/6/1982: Firma per il Barcellona .
24/9/1983: Subisce l'infortunio piú grave della sua carriera quando Andoni Goicoechea, difensore dell'Athletic Bilbao, gli frattura la caviglia sinistra e gli rompe il legamento.
30/6/1984: Firma per il Napoli.
5/7/1984: Presentazione ai tifosi del Napoli -foto!- in una festa indimenticabile.
22-29/6/1986: Segna prima il celebre gol con la "Mano di Dio" e poi realizza un gol meraviglioso nella vittoria per 2-1 contro l'Inghilterra nei quarti del mondiale. Guida praticamente da solo l'Argentina fino al trionfo contro la Germania Ovest per 3-2 nella finale.
10/5/1987: Guida il Napoli alla vittoria del primo scudetto (foto della squadra).
17/5/1989: Vince la Coppa UEFA col Napoli, che ottiene la prima vittoria in una competizione europea.
Agosto-Settembre 1989:Trascorre due mesi in Argentina, tornando in Italia solo dopo l'inizio del campionato.
29/4/1990: Vince il secondo scudetto col Napoli.
8/7/1990: Porta l'Argentina alla finale del mondiale a Roma, partita persa per 1-0 con la Germania Ovest a causa di un calcio di rigore molto dubbio.
17/3/1991: Viene trovato positivo a un controllo antidoping e viene squalificato per 15 mesi dai campi di calcio.
1992: Rifiuta di tornare al Napoli dopo la squalifica e chiede un trasferimento. Viene ingaggiato dal Siviglia.
4/10/1992: Debutta con la maglia del Siviglia, perdendo 2-1 contro l'Athletic Bilbao.
10/10/1993: Lascia il Siviglia per il Newell's Old Boys in Argentina. Perde la prima partita per 3-1 contro l'Independiente.
31/10/1993: Ritorna a giocare in nazionale a Sydney contro l'Australia per gli spareggi di qualificazione al mondiale USA 1994. Pareggia 1-1 e il gol argentino è propiziato da una grande giocata di Diego.
17/11/1993: L'Argentina con Maradona come capitano batte 1-0 l'Australia e si qualifica per il mondiale.
2/12/1993: Gioca la sua ultima partita con il Newell's contro l'Huracán.
Giugno 1994: Gioca due partite con la nazionale argentina nel mondiale americano segnando anche un gran gol contro la Grecia, prima di essere squalificato per uso di efedrina, sostanza non consentita dalla FIFA.
3/10/1994: Prima esperienza da allenatore: viene ingaggiato dal Deportivo Mandiyú di Corrientes. Due mesi dopo rinuncerá all'incarico.
6/5/1995: Seconda esperienza da allenatore: viene ingaggiato dal Racing. Quattro mesi dopo dará le dimissioni.
7/10/1995: Ritorna a giocare nel Boca Juniors nella partita Boca-Colón 1-0. I tifosi del Boca gli preparano un'accoglienza indimenticabile nello stadio della "Bombonera".
1996: Continua a giocare per il Boca Juniors.
24/8/1997: Ritorna in gran forma a giocare per il Boca Juniors, segnando nella partita vinta 4-2 contro l'Argentinos Juniors. Viene di nuovo trovato positivo, nonostante ci siano dei sospetti su un possibile complotto.
25/10/1997: Gioca la sua ultima partita col Boca, vincendo 1-2 in casa del River Plate.
30/10/1997:Decide di ritirarsi dal calcio proprio il 30 ottobre, giorno del suo 37esimo compleanno.
1998: Non gioca la coppa del mondo, ma va in Francia per commentare le partite per una televisione argentina.
Novembre 1998: Torna per la prima volta in Italia dopo oltre sette anni.
1999: Approva con entusiasmo la realizzazione di un film sulla sua vita e partecipa al film "Tifosi" (foto)




Premi ottenuti da Maradona nella sua carriera

* 1978: Capocannoniere del Campionato Metropolitano.
* 1979: Capocannoniere del Campionato Metropolitano.
* 1979: Capocannoniere del Campionato Nazionale.
* 1979: Campione del Mondo juniores con la nazionale argentina.
* 1979: "Olimpia de Oro" al Miglior calciatore argentino dell'anno.
* 1979: Scelto dalla FIFA come Miglior Calciatore dell'anno in Sudamerica.
* 1979: Ottiene il Pallone d'Oro come Miglior Calciatore del momento.
* 1980: Capocannoniere del Campionato Metropolitano.
* 1980: Capocannoniere del Campionato Nazionale.
* 1980: Scelto dalla FIFA come Miglior Calciatore dell'anno in Sudamerica.
* 1981: Capocannoniere del Campionato Nazionale.
* 1981: Riceve il Trofeo Gandulla come Miglior Calciatore dell'anno.
* 1981: Campione di Argentina con il Boca Juniors.
* 1983: Vince la Coppa del Re con il Barcellona.
* 1985: Viene nominato ambasciatore dell'UNICEF.
* 1986: Campione del Mondo con la nazionale argentina.
* 1986: Vince il secondo "Olimpia de Oro" al Miglior calciatore argentino dell'anno.
* 1986: E' dichiarato "Cittadino Illustre" della Città di Buenos Aires.
* 1986: Ottiene la Scarpa d'Oro consegnata dalla Adidas al miglior calciatore dell'anno.
* 1986: Ottiene la Penna d'Oro come miglior calciatore in Europa.
* 1987: Campione d'Italia con il Napoli.
* 1987: Vince la Coppa Italia con il Napoli.
* 1988: Capocannoniere della Serie A con il Napoli.
* 1989: Vince la Coppa UEFA con il Napoli.
* 1990: Campione d'Italia con il Napoli.
* 1990: Ottiene il Premio Konex di Brillante per la sua abilità sportiva.
* 1990: Secondo posto nella Coppa del Mondo.
* 1990: Nominato Ambasciatore dello Sport dal Presidente dell'Argentina.
* 1990: Vince la Supercoppa Italiana con il Napoli.
* 1993: Premiato come Miglior Calciatore Argentino di tutti i tempi.
* 1993: Vince la Coppa Artemio Franchi con la nazionale argentina.
* 1995: Ottiene il Pallone d'Oro alla carriera.
* 1995: Premiato come "Maestro Ispiratore di Sogni" dall'Università di Oxford.
* 1999: "Olimpia de Platino" al Miglior Calciatore del secolo.
* 1999: Riceve dalla AFA il premio come miglior sportivo del secolo in Argentina.
* 1999: Il suo slalom del 1986 contro l'Inghilterra è scelto come miglior gol della storia del calcio.


Sono presenti 34 commenti a questo articolo.
lascia un commento su Diego Armando Maradona genio e sregolatezzaLascia un commento
Mostra i commenti lasciati da altri utenti su Diego Armando Maradona genio e sregolatezzaMostra i commenti
Stampa articolo Diego Armando Maradona genio e sregolatezzaStampa questo articolo